Fiore d’autunno di Adele Libero

fioredautunno

Da solo cresci,
sul ciglio d’un burrone,
o di una strada,
mescolando colori
ai venti freddi,
che t’accarezzano,
bevendo il tuo profumo.

Non hai illusioni,
vivi nella nebbia,
nella pioggia.
Sei di passaggio.

Non hai il blasone
di quei fiori importanti,
che gli amanti
regalano, esitanti.

Non hai bigliettini
o versi, da donare.
Sei solo un fiore.

Poi mani impietose,
dolorose,
ti colgono per gioco.

E tu porti nelle case,
per poco,
il senso dell’estate,
dell’effimera altalena
tra acqua e fuoco
tra sole e luna,
tra terra e cielo.

Tra vivere e morire.