Annunci

Archivio tag: Adele Libero

Verso dato (“quando su noi calò l’ultimo sole” da versi di Nazario Pardini), di Adele Libero

Si fusero le braccia con la mente s’arrese l’ora a quell’istante caldo, che sulla rena ci bagnava il viso… tra il nero di scogliere e di gabbiani. Pur se nel mondo c’era ancora… Continua a leggere

Vota:

a Camilleri, di Adele Libero

Quando la carne muta nella Storia e sale sulle vette più infinite, qual dura pietra incide nel suo solco la forza d’una vita illuminata. Come il tuo eroe, ritto te ne stai, reggendo… Continua a leggere

Vota:

malinconia, di Adele Libero

Rapisce il cuore la malinconia che in ora tarda viene a scolorire quasi volendo del mio cuore aprire … ogni piccola piega di malia. Ma quel ricciolo vago d’un ricordo sfugge ridendo e… Continua a leggere

Vota:

quelle sere, di Adele Libero

Il senso delle sere nel ricordo: il gatto nero che se la dormiva, mia madre a sferruzzare la sua lana,… la piccolina che si dondolava. La grande casa fredda ed il palazzo nobile… Continua a leggere

Vota:

parco virgiliano, di Adele Libero

Chillu pezzullo ‘e strada, addò nuje all’ombra ‘e chillu pino, nn’ante ‘o mare cullavame n’ammore ca te struje… e te cunzuma comme ‘sti lampare. A voce ‘e stu ricordo ca nun fuje scurdato… Continua a leggere

Vota:

libreria, secondo acrostico di Adele Libero

Li vedi in fila, dritti, accoccolati In righe strutturate per autore Boccaccio, Dante, Foscolo, Ungaretti,… Riposano nei fogli amati e letti. Ed io m’immergo in storia e poesia, Ricordo le maestre e i… Continua a leggere

Vota:

libreria, acrostico di Adele Libero

La pagina più vecchia e scalcinata, Incisa con inchiostro grigio azzurro, Baciata qualche volta dalla luce,… Restata per degli anni sul ripiano. E’ quella che respiri, polverosa, Ridendo dei concetti un po’ infantili,… Continua a leggere

Vota:

haiku dell’estate asciutta, di Adele Libero

Arancio è il prato ma sogna la sua erba secca è l’estate.

Vota:

primo verso dal sonetto di Foscolo “A Zante”, di Adele Libero

Né più mai toccherò le sacre sponde di quella fresca riva al Garigliano dove s’andava in gita tra le fronde … a recitar odi e poemi piano. Nel luccichio dell’acqua quelle tonde piccole… Continua a leggere

Vota: