“Le ruote: una parte di me” di Ilaria Elmo

ilaria

Nella mia vita ho osservato attentamente l’atteggiamento delle persone che ho incontrato nel corso degli anni. Dovendo andare spesso al Gaslini ho visto con i miei occhi quanto possa essere difficile affrontare le malattie, che purtroppo colpiscono anche i bambini. Rispetto alla mia ci sono malattie molto più gravi e sono rimasta sorpresa nel vedere i modi differenti in cui le persone le affrontano. Purtroppo ho notato anche che ci sono molti ragazzi che invece di affrontare le difficoltà si autocommiserano, pensando di essere i più sfortunati del mondo, non notando che è proprio quel “problema” che li contraddistingue dagli altri, se viene accettato e affrontato con determinazione. Ovviamente tutto dipende dal giudizio che hanno di se stessi. Io sono una ragazza che in passato, dovendo sopportare gli sguardi “malvagi” o addirittura compassionevoli che la gente le rivolgeva, non sempre accettava la sua condizione, ponendosi molti interrogativi. Crescendo però ho capito che la sedia a rotelle è una parte di me e che senza di essa non sarei me stessa. Sono fiera di me e anche della carrozzina su cui sono seduta