accadde…oggi: nel 1931 nasce Dora Tomasone Marinari

copertinabig_0053

Dora Tomasone Marinari (Avellino, 3 marzo 1931Roma, 23 giugno 2013) è stata una traduttrice e docente italiana.

Nacque da Anita Tecce e Ugo Tomasone, sposi nel 1930; prima di quattro fratelli, Luigi, Rosetta e Maria Pia, dopo la formazione umanistica, divenne docente di lettere classiche. Successivamente si cimentò nel ruolo di preside in vari Licei, fra cui il Liceo ginnasio Torquato Tasso e il Liceo classico Ennio Quirino Visconti di Roma. Partecipò attivamente alla ricerca e alla sperimentazione didattica in ambito linguistico e letterario, collaborando con i gruppi CIDI (Centro di iniziativa democratica degli insegnanti) di Roma.

Nel 1956 sposò Attilio Marinari, e l’anno successivo nacque il figlio Enzo[1]. Ha pubblicato diversi studi di didattica e di italianistica, in particolare su Pascoli, Gozzano e sulla poesia del Novecento[2]. Ha dedicato anni di intenso lavoro a Omero e alla letteratura greca, realizzando una nuova scorrevole traduzione dell’Iliade e dell’Odissea, che le è valsa la vittoria per la sezione traduzioni della VII edizione Premio per la Cultura Mediterranea Fondazione Carical[3]. Attilio e Dora Marinari allestirono negli anni una biblioteca privata di rilievo, donata successivamente dal figlio Enzo, ordinario di Fisica all’Università La Sapienza di Roma, al Centro Bibliotecario di Ateneo dell’Università degli studi di Salerno[4]. Essa è costituita da circa cinquemila unità bibliografiche, attualmente conservate nella Biblioteca centrale Eduardo Renato Caianiello: il settore italianistico, ricco di saggistica novecentesca, è accostato a opere di carattere storico, filosofico e artistico.

Morì a Roma il 23 giugno 2013: le esequie si tennero due giorni dopo, presso il Tempietto Egizio nel Verano.

https://it.wikipedia.org/wiki/Dora_Tomasone_Marinari

http://chimera.roma1.infn.it/ENZO/DORA/

Advertisements