accadde…oggi: nel 1833 nasce Barbara Marchisio, di Davide Meggiato

http://davidemeggiato.blogspot.com/2007/12/in-memoria-di-barbara-marchisio.html

https://ilcalendariodelledonne.wordpress.com/le-donne-nate-a-torino-women-born-in-turin/

https://it.wikipedia.org/wiki/Barbara_Marchisio

2007 – Capita a volte, per quelle strane casualità di cui è piena la nostra vita, che ti si presentino delle occasioni inaspettate. Così è toccato anche a me quando, alcune settimane fa, ho ricevuto una mail dal prof. Paolo Cattelan, docente di Storia del canto presso l’Università Cà Foscari di Venezia e presidente dell’associazione Amici della musica di Venezia, che mi illustrava la biografia di Barbara Marchisio. La Marchisio nasce a Torino nel 1833.

Fu un contralto di incredibile levatura che spesso si esibiva insieme alla sorella, Carlotta, che invece era un soprano (e non un tenore come erroneamente è stato inizialmente scritto). Dell’arte delle sorelle Marchisio si innamorò Gioachino Rossini che, in un autografo da lui posto su una copia dello spartito della Semiramide , così scrisse: “Alle mie dilette amiche ed incomparabili interpreti/ Carlotta e Barbara Marchisio, posseditrici di quel cantar che nell’anima si sente“. Carlotta morirà, di parto, a soli 37 anni nel 1872. Barbara, rimasta artisticamente sola, decise di chiudere la sua carriera nel 1876. Da quattro anni, cioè dal 1872, aveva scelto di vivere a Mira, nel secentesco palazzo Persico (lungo l’attuale via Marconi) .

E a Mira, Barbara morirà il 22 aprile del 1919. Sempre a Barbara, Rossini (e questo è probabilmente il segno più grande dell’enorme livello artistico raggiunto da questa nostra concittadina) dedicò il suo ultimo capolavoro, La petite Messe sollennelle nel 1860. Nei 50 anni in cui risiedette a Mira, Barbara fondò una scuola di canto di grande importanza. Basti pensare che fra i suoi prediletti allievi vi era anche Antonietta Meneghel detta Toti Dal Monte. .

Annunci