il presente e il futuro dipendono da noi, di Loredana De Vita

The Present and the Future Depend on Us

Osservo le persone che escono presto per andare al lavoro, nonostante la mascherina e le cautele, sembrano contente di poter uscire. È evidente il senso di sicurezza che la quotidianità recuperata offre, è chiaro il bisogno di percorrere un passo più avanti rispetto tutto quello che c’è stato e non solo per l’economia o per il lavoro in sé, ma perché l’aspetto psicologico di quanto tutti, a livello diverso, abbiamo vissuto, non è cosa da poco.

Io spero che la scoperta della bellezza della vita liberata (o semi liberata) possa portare con sé la consapevolezza del rischio, non come forma di paura e di chiusura, quanto di rispetto e cura verso sé stessi come verso gli altri.

L’incertezza di questo tempo non è un male ma una risorsa. Ci ha mostrato la paura, quella seria, quella per l’incolumità propria e di quanti amiamo; apparentemente ci siamo commossi anche per gli altri che, per un attimo sono entrati davvero a essere parte della nostra esistenza.

Ecco, io spero che questa lezione comando al nostro cuore di avere pazienza e di essere gentile, al nostro pensiero di pensare coinvolgendo e non escludendo, alle nostre azioni di essere generose e accoglienti perché nostra, di tutti, è questa vita di gioia e di dolore, nostro è il pericolo e il suo superamento, nostra è la vittoria e la sconfitta che deriva dal tempo che trascorre e insieme a noi vive.