flessibilità di fianchi e glutei, di Nino Ermes

 

Oggi ci occupiamo della flessibilità dei fianchi e dei glutei con due semplici esercizi che favoriscono la mobilità delle articolazioni del bacino con le gambe e nel contempo riducono le tensioni muscolari della schiena.

 

Torsione del bacino: Sdraiati a pancia in su con le braccia lungo i fianchi si porta il ginocchio destro verso il lato sinistro del corpo con una torsione del bacino e con la mano sinistra si tende ad abbassarlo più possibile verso il pavimento (come in figura), mentre si apre il braccio destro mantenendo la spalla più possibile vicina al tappetino con la testa e lo sguardo rivolto verso la mano destra. Mantenere la posizione per trenta secondi e tornare alla posizione di partenza. Eseguire lo stesso movimento con il ginocchio sinistro verso il lato destro del corpo con la torsione del bacino e con la mano destra si tende ad abbassarlo più possibile verso il pavimento mentre si apre il braccio sinistro mantenendo la spalla più possibile vicino al tappetino con la testa e lo sguardo rivolto verso la mano sinistra. Mantenere la posizione per trenta secondi e tornare alla posizione di partenza. Ripetere i movimenti per tre volte.
Incrocio delle gambe: Sdraiati a pancia in su con le braccia lungo i fianchi si piegano entrambe le ginocchia avvicinando i piedi ai glutei, si porta il piede destro sul ginocchio sinistro e allungando le braccia si portano le mani ad afferrare il ginocchio stesso provando ad avvicinarlo più possibile al petto. Mantenere la posizione per trenta secondi e tornare alla posizione di partenza. Eseguire lo stesso movimento con il piede sinistro sul ginocchio destro e allungando le braccia si portano le mani ad afferrare il ginocchio stesso provando ad avvicinarlo più possibile al petto. Mantenere la posizione per trenta secondi e tornare alla posizione di partenza. Ripetere i movimenti per tre volte.