accadde…oggi: nel 2015 muore Maria Grazia Capulli

https://it.wikipedia.org/wiki/Maria_Grazia_Capulli

Maria Grazia Capulli (Macerata, 15 agosto 1960Roma, 21 ottobre 2015) è stata una giornalista e conduttrice televisiva italiana, tra i volti storici del TG2.

Crebbe a Camerino, in provincia di Macerata, dove si iscrisse a un corso di giornalismo che la porterà a muovere i primi passi verso la sua futura carriera, anche tramite la fondazione con alcuni coetanei della locale Radio C1.[1] Dopo essersi laureata cum laude in Lettere Classiche[2] all’Università di Macerata, iniziò a collaborare con la carta stampata pubblicando le prime inchieste su Il Messaggero Marche e Corriere Adriatico.[3]

Sul finire degli anni ottanta venne assunta in Rai; nel 1996 entrò a far parte della redazione del TG2, e l’anno successivo Clemente Mimun le affidò la conduzione dell’edizione delle 13 dopo essere rimasto positivamente colpito da una sua intervista fatta a Piero Chiambretti, presentatore del Festival di Sanremo.[4] Nel 2004 lavorò per alcuni mesi in qualità di corrispondente dalla sede di Parigi.[4][5] Inviata speciale per gli eventi di cultura e spettacolo con una preferenza per le opere letterarie, in ragione del suo percorso universitario, curò varie rubriche: Tg2 Neon Libri, Achab Libri,[5] Costume e Società e TG2 Salute. Dopo una breve parentesi al telegiornale delle 20.30 da luglio 2012 a gennaio 2013, tornò a condurre l’edizione delle ore 13 da febbraio 2013 fino all’ottobre 2015 (prima della scomparsa).

Presentò alcune edizioni di Premi letterari tra i quali premio Strega, Campiello, Viareggio, Scanno, Giuseppe Dessì. È membro della giuria tecnica del Premio Rapallo Carige per la donna scrittrice e del Premio Castiglioncello.

Nel 1998 ricevette il Premio Personalità europea per il giornalismo, nel 1999 il Premio Sulmona di giornalismo e critica d’arte, nel 2001 le venne attribuito il premio Marchigiana dell’anno, in un lungo susseguirsi di riconoscimenti fino all’aprile 2015, quando la sua città natale le conferì il XXIX Premio Collevario.[6] Il Telegiornaliste fans forum indicò 3 volte (2003, 2007, 2009) Maria Grazia come la giornalista più amata.[7]

Maria Grazia Capulli morì a Roma il 21 ottobre 2015 al termine di una lotta contro un tumore ai polmoni, a 55 anni[8][9][10]. Una prima cerimonia di commiato avvenne presso la chiesa di Santa Chiara, a Roma. Le esequie, trasmesse in diretta televisiva su Rai 1, si svolsero nella chiesa di Santa Maria in Via a Camerino. È sepolta nel cimitero di Valcimarra, frazione di Caldarola, all’interno della cappellina di famiglia[11][12]