Romeo e Giulietta – una canzone d’amore, al teatro Ivo Chiesa, recensione di Daniela Domenici

L’ultima mia recensione a uno spettacolo al teatro della Corte, ribattezzato Ivo Chiesa, risale al 29 gennaio del 2020; un anno e mezzo dopo ci sono tornata per lo spettacolo “Giulietta e Romeo – una canzone d’amore” di Babilonia Teatri da William Shakespeare.

Non saprei come definire questa “operazione teatrale” immaginata da Enrico Castellani, insieme a Valeria Raimondi, di Babilonia Teatri focalizzata su due mostri sacri del teatro italiano, Paola Gassman e Ugo Pagliai, insieme da cinquanta tre anni nella vita e sul palco. Castellani, stando sotto il palco con la mascherina e il microfono, ha “dialogato” con Gassman e Pagliai i quali si sono prestati a recitare, alla loro verde età, alcuni brani di “Romeo e Giulietta” con la loro classe attoriale e stando al gioco con molta ironia. Molto brava Valeria Raimondi, anche lei con mascherina e microfono, che ha ampliato il discorso su Shakespeare con due interventi recitati. Pagliai e Gassman hanno anche cantato, in playback, due canzoni per celebrare la storia d’amore dei due amanti veronesi e la loro.

Lo spettacolo sarà ancora in scena il 21 e il 22 maggio.