assorbire come spugna, composizione in versi ottonari di Daniela Domenici

assorbire come spugna

senza sosta, in silenzio

fin’al punto d’esplosione

perché stanco/a di subire

col sorriso sulle labbra

come fiume che esonda

e devasta, come lava

che erompe e distrugge