liberty and freedom, di Loredana De Vita

https://writingistestifying.com/2021/10/21/liberty-and-freedom/

C’è un canto di libertà che va ben oltre lo scibile e il comprensibile, è quel canto che in maniera misteriosa percepisce un senso di libertà che vada oltre le parole e i gesti, le terminologie e le espressioni usate per spiegarlo.
È un canto di libertà che riconosce la libertà di diritto e dei diritti, ma che sa anche che prima dei diritti sanciti esiste una libertà più grande che nessuno può infrangere e spesso neanche comprendere.
Esiste una “liberty” intesa come regolamentazione dei diritti sanciti dalla legge, ma più forte è quella “freedom” di cui spesso ci dimentichiamo che dimora ed è la dimora dell’essere, di ogni essere. Questa io canto: freedom.
I diritti stabiliscono una regolamentazione della libertà individuale e di quella sociale, ed è un aspetto importante; essi organizzano la libertà dell’individuo, ma anche quella della società che non sempre coincidono poiché spesso l’individuo tende soprattutto al bene per sé. È necessario che ci sia una regolamentazione civile dei diritti dell’individuo verso la società, ma nessuna persona è veramente libera senza immaginare la stessa libertà anche per gli altri.
La libertà della persona e quella della società non si incontrano soltanto, ma si intersecano, si avvinghiano l’una alle altre e viceversa affinché quel canto di libertà individuale abbia anche la voce della comunità così come l’intera comunità conosca e ascolti la voce individuale.
La libertà individuale prosegue nella libertà sociale così come la libertà della società deve proseguire nella libertà individuale sconfiggendone gli egoismi.
La voce e il coro (argomento del mio prossimo saggio) operano insieme in magnifica armonia.
Io canto la mia libertà e nel mio canto ascolto la voce e le voci della libertà.