a Liza, di Adele Libero

Perché quattro anni sono cosi pochi
per spingere felice un carrozzino.
Ti volti e il cielo azzurro si colora
di sangue e morte sul tuo bel visino.

Mentre cammini s’aprono le stelle
e un uomo cieco vede tutto nero.
Mai più potrà aver sonno tranquillo,
pensando a Liza ed al suo parlare brullo.

Or leggi la poesia che scaturisce
dal cuore di una donna ch’è italiana,
Ma che da marzo ha messo la tua gonna
e si sente nell’anima ucraina