Archivio tag: solitudine

agorafobia e pandemia, composizione in rima baciata di Daniela Domenici

un’imprevista agorafobia in questa post pandemia è una sensazione che non avevo mai provato e che stamani, per la pima volta, mi ha spiazzato, dopo due mesi di confinamento casalingo stretto il mio… Continua a leggere

Vota:

ferie, composizione in rima baciata di Daniela Domenici

si va in ferie tutti in…serie, c’è chi sceglie di andare al mare perché ha un fascino particolare o, molto più banalmente, perché abbronzarsi è urgente: rientrar pallidi in città è inammissibile, colorarsi… Continua a leggere

Vota:

La gente, in rima baciata e alternata, di Daniela Domenici

adoro osservare la gente e poi partire per la tangente perché mi regala innumerevoli inputs per la mia creatività che danno luogo a subitanei outputs di infinita varietà. Sono un’eremita comunicante come la… Continua a leggere

Vota:

sono solo pensieri, di Daniela Domenici

  In silenziosa solitudine i pensieri liberi vagano senza meta, si rincorrono e si accavallano come bambini irrequieti, si allargano e si espandono come cerchi concentrici, sono messaggi in bottiglia, sono segnali di… Continua a leggere

Vota:

“Solitudine” di Adele Libero

    Eri chiuso nella solitudine, papavero rosso, incompreso, t’allacciavi alle stelle amiche, a cieli rabbuiati. … Nella malinconia del giorno anche Maggio confondeva le cose, non fioriva le rose, non cercava più… Continua a leggere

Vota:

“Solitudine” di Emily Dickinson

Ha una sua solitudine lo spazio, solitudine il mare e solitudine la morte – eppure tutte queste son folla in confronto a quel punto più profondo, segretezza polare, che è un’anima al cospetto… Continua a leggere

Vota:

“Solitudine” di Adele Libero

    La leggi dentro gli occhi di chi è solo, la grigia nota di malinconia, sospesa su quel viso, tra la folla, là dove il mondo pare solo un guscio. … Addosso… Continua a leggere

Vota:

“Tutto buio, tutto tace”, dedicato a una carissima amica, di Daniela Domenici

Tutto buio, tutto tace, mi rabbuio, mi dispiace perché stasera desideravo un po’ di compagnia per contrastare la deprimente malinconia di questa solitudine forzata che mi fa sentire isolata, una “terroncella” per lavoro… Continua a leggere

Vota:

Una patatina nello zucchero al Teatro Lungobinario a Firenze, recensione di Daniela Domenici

Secondo spettacolo del cartellone del “neonato” teatro Lungobinario: è di scena il monologo “Una patatina nello zucchero” di Alan Bennett interpretato e diretto da Aldo Innocenti. Avevo già visto, applaudito e recensito questo… Continua a leggere

Vota:

  • categorie – argomenti

  • articoli recenti

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo sito e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

    Unisciti ad altri 1.330 follower

  • Follow daniela e dintorni on WordPress.com
  • flag counter

    Free counters!

  • le/i mie/i followers

  • classifica articoli