Hai chiesto cos’è l’amore, di Giusy Monti, mia madre

  È un insieme di nastri di luce azzurra che si incontrano si intersecano si intrecciano si sciolgono si attenuano sembra si dissolvano svaniscono in un alone d’arcobaleno risorgono ricchi di emozioni briciole… Continua a leggere

Vota:

Intervista a Maurizio Ternullo, di Daniela Domenici

Non ho ancora avuto il piacere di conoscerlo de visu nonostante sia originario della città in cui ho vissuto per ben 26 anni, Augusta, città natale di mia madre e di mio marito… Continua a leggere

Vota:

“Bacio” di Adele Libero

Se il bacio fosse vento e fuggisse lontano, come foglie ingiallite, sulle rive del tuo cuore. … Se il mio amore profumato di zagara o gelsomino ti vestisse nel destino che diventa, quotidiano.… Continua a leggere

Vota:

“C’era una volta il teatro” al Teatro Le Laudi, recensione di Daniela Domenici

  Spettacolo davvero delizioso “C’era una volta il teatro” che ieri sera e oggi pomeriggio è stato ospite del teatro Le Laudi grazie alla compagnia TDA Teatro Varese composta da Roberto Aielli, Maurizio… Continua a leggere

Vota:

“Gli ergastolani senza scampo” di Carmelo Musumeci e Andrea Pugiotto, Editoriale Scientifica, recensione di Daniela Domenici

Sono stata volontaria per due anni in un carcere siciliano e dopo la fine di quella mia esperienza ho sentito il desiderio di raccogliere nel mio libro “Voci dal carcere” il mio racconto… Continua a leggere

Vota:

“La tana del Risatonchio” al teatro Lo Scantinato, recensione di Daniela Domenici

Già il sottotitolo fa sorridere: “scoperta zoocomica guidata da Andrea Bruni” e infatti è una valanga ininterrotta di stravaganti avventure perché uno strano essere, il Risatonchio appunto, “è il guardiano misterioso di un… Continua a leggere

Vota:

Il Frauenmuseum, il museo delle donne a Bonn, da me tradotto e rielaborato

  Il Frauenmuseum è un museo delle donne a Bonn. È stato fondato nel 1981 da Marianne Pitzen (attuale direttrice) e da un gruppo interdisciplinare di donne lavoratrici e si vanta di essere… Continua a leggere

Vota:

“Aylan Kurdi”, struggente, splendido tautogramma in P, di Carlo Palermo

https://twitter.com/michaeldweiss/status/639246108196241408 Per piagge pelago porta piccolo profugo… … “Presto! Presto!”, prega padre, “Piange più? Parla?”. Placato pare… Posa privo paura… Posa perenne! Pietose palme prendono, portano… “Piano! Piano!” Pietre protestano! Perdutamente piangono… Parlamenti?!… Continua a leggere

Vota:

Straordinario tautogramma in P, di Antonella Ruggiero

Patrizia prima pasticcera palermitana preparata ,perfetta ,piccola ,paziente, preparava paste,pasticcini,profiterol,… plumkake ,pandori ,panettoni ,..però purtroppo poche persone passavano, pochi prendevano pronte prelibatezze peccato parecchio prodotto perduto poca pecunia ,povera Patrizia piangeva parecchio patimento… Continua a leggere

Vota: