L’attrice

“…non puoi dire una cosa simile a una ragazza in generale e a un’attrice in particolare. O anche un’ex attrice. Siamo creature fragili, noi. Bisogna trattarci con delicatezza…tutti in qualche misura si preoccupano del giudizio altrui, tutti cercano approvazione. Questo è normale. Il problema sorge – e per gli attori sorge molto facilmente – quando la ricerca d’approvazione diventa una forma di dipendenza. E lo stadio successivo è quello della paranoia…cominci a dividere il mondo fra quelli che ti approvano, ti amano, ti ammirano, ti trovano meravigliosa e gli altri. Cioè i cattivi che, in qualche oscura maniera, sono anche tutti d’accordo tra loro…” tratto da “Il silenzio dell’onda” di Gianrico Carofiglio