Le agenzie di rating a cura di Adele Libero

Ci si imbatte spesso, ultimamente, nel termine Agenzia di Rating. Ma cosa sono? Agenzie governative, delle entrate (sob!) o altro? Molto semplicemente esse sono società private che si sono costituite e poi affermate nei mercati finanziari solo per emettere giudizi sulla solidità economico-finanziaria dei loro clienti. Come fanno? Le valutazioni si fondano su dati contabili e non. I dati contabili di una società (ma anche di uno Stato sovrano, come l’Italia) sono i bilanci, le previsioni per gli anni futuri, i debiti fatti con terzi per varie ragioni, etc etc. Le Agenzie, in pratica, mettono insieme tutte queste informazioni per capire se il cliente sarà in grado di rimborsare il proprio debito alla scadenza pattuita. A questo fine, dicevo prima, le Agenzie valutano anche i dati non contabili, come ad esempio i dirigenti della società, le politiche gestionali, i prodotti e la relativa penetrazione nei mercati classici o in futuri mercati, la capacità di rispondere con velocità ai cambiamenti dei mercati quanto a gusti, novità, concorrenza. Insomma una serie di informazioni veramente infinita e accurata per la cui sintetica analisi, poi, servono addetti di elevata qualificazione e professionalità. Un giudizio (Rating) positivo, però, una volta ottenuto  – e ben pagato –  dalla società che lo ha chiesto, consente di accedere più facilmente al credito bancario e non, pagando un tasso di interesse adeguato al valore (standing) della società. Anche gli Stati sovrani, da anni, si servono dei giudizi delle Agenzie per reperire più agevolmente fondi sui mercati dei capitali. Purtroppo, però, le crisi finanziarie che hanno investito a più riprese proprio gli Stati, Italia compresa, hanno visto peggiorare questi giudizi e quindi anche il nostro debito (BOT CCT BTP, finanziamenti con banche) sta diventando sempre più oneroso da sopportare. Gli interessi sul nostro debito sono ormai spropositati e servono sempre più soldi solo per pagarli. Ho l’impressione che ci stiamo avvitando un po’ troppo su noi stessi.

Rating Agencies

Lately, we often run into the word “Rating Agencies”. But do we really know what they are? They are nothing but private Companies, successfully established in financial markets in order to evaluate the economic and financial situation of their clients. In which way do they work? The ratings are based on accounting and non accounting data. The first are the balance sheets, the provisional cash flows, the total debts with third parties made for many purposes and so on. The Agencies gather all this information in order to understand whether the client will be able or not to reimburse its debit at the scheduled date.

The  other information include the management of the company and their politics of penetrating the markets, both the classic and the new ones, the ability to quickly respond to market changes, such as different trends, new products, increasing competition. An endless quantity of information, whose analysis requires people of high qualification and professionalism. A good Rating, when received by the Company, that has to pay much money for it,  allows the Company to easily receive money from either banks and financial markets, paying an interest rate proportioned to said rating. Also Sovereign States have been rated for years so as to receive more quickly ad easily money in the financial markets. But the last financial crisis,  which followed one to another in these years, have been increasingly affecting the financial situation of the States (Italy included) and therefore also Italian debt (BOT, CCT, BTP bank financings) has become  very remarkable. Also the interests on our debt aren’t  now under  control and we have to pay more and more money for them . I’m inclined to  think that this will not bring good news for a long long time.