Se tu tornassi adesso di Monica Bocelli

isola  dei morti boecklin

Se tu tornassi adesso

non mi riconosceresti,

non ritroveresti più

la ragazzina che lasciasti.

Dovresti guardarmi a fondo,

negli occhi, per trovare tracce

di quella bambina smarrita.

Se tu tornassi adesso,

che son trascorsi vent’anni,

dovresti conoscermi di nuovo,

non sono più com’ero allora.

Mi troveresti diversa e non

solo per gli anni in più

che mi porto addosso.

Se tu tornassi adesso

piangerei di gioia e dolore,

la gioia di un momento,

il dolore di vent’anni.

Ti troverei la stessa com’eri allora

e come sei adesso

la morte non ti ha cambiata.

Se tu tornassi adesso

cercherei nei tuoi seni quel profumo

acre e dolce al tempo stesso

e negli occhi quella pallida luce.

Accarezzerei le tue labbra fini,

le tue gote dalla pelle levigata,

i tuoi grigi e forti capelli.

Se tu tornassi adesso

come nel sogno ricorrente

ti chiederei del tuo inesistente passato

illudendomi di riempire il mio vuoto.

Adesso tutto è diverso

è tutto cambiato

anche chi ti ha amato.

Annunci