Tempo di Adele Libero

VOGLIODONARTITEMPO

Mentre giro gli spicchi della vita

e l’attimo veloce è già sul ramo,

mentre ieri si mischia con domani

nel gomitolo dei ricordi vani.

Del cuore torni a visitar gli spazi,

suggendo il sangue della mia passione,

nella mente t’insedi qual diamante

dando la luce a cellule sognanti.

Ma a volte trema la tua mano stanca,

quella ruga troppo scava nella fronte,

e l’entusiasmo di tua giovinezza

dietro le curve spalle si nasconde.

Se mi togliessi, amore, qualche anno,

se  potessi spalmarlo quando è notte,

e farti risvegliare adolescente

stupito dal mio amore palpitante.

Se unissimo i respiri coi sorrisi

e parlasse il papavero del cuore,

arrossirebbe questo bel tramonto

nella dolce altalena dell’andare.