Maddalena Casulana, la prima compositrice ad avere la propria musica stampata e pubblicata

maddalena casulana

Maddalena Casulana, nata nel 1544 e morta nel 1590, è stata una compositrice, una liutista e una cantante del tardo Rinascimento.

È stata la prima compositrice ad avere la sua musica stampata e pubblicata nella storia della musica occidentale.

Vita e opere

Si sa molto poco sulla sua vita eccetto quello che si può dedurre dalle dediche e dagli scritti sulle sue collezioni di madrigali.

Probabilmente nacque a Casole d’Elsa vicino a Siena, lo si inferisce dal suo nome. La sua prima opera risale al 1566: quattro madrigali in una collezione, “Il Desiderio”, che lei produsse a Firenze.

Due anni più tardi pubblicò a Venezia il suo primo vero libro di madrigali per quattro voci, “Il primo libro di madrigali”, che è il primo stampato e pubblicato da una donna nella storia della musica occidentale.

Dopo quell’anno Orlando di Lasso mise in scena un suo lavoro alla corte di Alberto V, duca di Baviera, a Monaco; comunque la musica non è sopravvissuta.

Era amica di Isabella de’ Medici a cui dedicò parte delle sue musiche.

Nel 1570, nel 1583 e nel 1586 pubblicò altri libri di madrigali, tutti a Venezia.

In qualche momento durante questo periodo sposò un uomo chiamato Mezari ma nessun’altra informazione si ha su di lui o su dove lei (o loro) vivessero.

Maddalena visitò Verona, Milano e Firenze basandosi su informazioni contenute nelle dediche e probabilmente andò anche a Venezia poiché le sue musiche vennero pubblicate là e numerosi veneziani commentarono sulle sue abilità.

Il seguente paragrafo nella dedica del suo primo libro di madrigali a Isabella de’ Medici mostra come si sentisse a essere una compositrice in un periodo  nel quale tale cosa era rara: “(Io) voglio mostrare al mondo per quanto possa in questa professione di musicista, l’errore vano degli uomini che credono di essere gli unici a possedere i doni dell’intelletto e dell’arte e che tali doni non vengano mai dati alle donne”.

Stile

Il suo stile è moderatamente contrappuntale e cromatico, una reminiscenza di alcune delle prime opere di Marenzio così come di molti madrigali di Philippe de Monte ma evita la sperimentazione estrema dei compositori della scuola di Ferrara come Luzzaschi e Gesualdo.

Le sue linee melodiche sono cantabili e molto attente al testo. Altri compositori del tempo come il succitato Philippe de Monte pensarono molto bene di lei; il fatto che Lassus mettesse in scena una sua opera a un matrimonio in Bavaria suggerisce il fatto che anche lui fosse impressionato dalla sua abilità.

Di Maddalena Casulana sono sopravvissuti 66 madrigali.