“Il museo di Casa Martelli e la Vezzoli Primavera Estate”, recensione di Daniela Domenici

IMG_0932 

Ieri mattina ho deciso di festeggiare a modo mio il primo giorno senza scuola andando a visitare una delle dimore storiche di Firenze di cui avevo sentito parlare: Casa Martelli in via Zannetti a due passi dalle Cappelle Medicee.

Avevo letto che l’ingresso è gratuito ma non sapevo che il museo mette anche a disposizione una guida che accompagna i gruppi di visitatori nel percorso all’interno di alcune delle sale visitabili della casa.

Ho avuto l’immensa fortuna di averne una tutta per me, Cristina, che con una passione per l’arte e una conoscenza profondissima mi ha spiegato ogni singolo dettaglio regalandomi una full immersion, durata più di un’ora, che mi ha emozionato il cuore e la mente oltre che gli occhi, naturalmente.

IMG_0892

In questo periodo, poi, a Casa Martelli è ospitata la mostra “Vezzoli Primavera Estate – l’arte di Francesco Vezzoli entra in tre storiche case museo fiorentine. Un progetto a cura di Francesco Bonomi”, le altre due sono il museo Stefano Bardini e il museo Bellini, miei prossime visite.

Come leggo dalla brochure l’artista ha scelto queste tre case museo per “trasmettere allo spettatore un senso di vicinanza e d’intimità con l’opera d’arte, ben diverso rispetto a quello che si verrebbe a creare all’interno di un’architettura museale monumentale”. Ho avuto modo di apprezzare le opere di questo artista a me sconosciuto fino a ieri che “ha infiltrato – come fossero impertinenti violazioni – una serie di ue opere tra cui alcuni nuovi lavori realizzati appositamente per questo progetto stimolando lo spettatore a un confronto con le collezioni preesistenti”: ci è riuscito perfettamente almeno con me…

Casa Martelli costituisce per Firenze l’unico esempio di casa museo non frutto di una ricostruzione postuma da parte di un collezionista ma derivata dalla stratificazione secolare della vita di una famiglia; è un immobile storico rimasto di proprietà della famiglia fino al 1986 e dal 1999 è divenuto museo dello Stato.

A Casa Martelli vengono anche organizzati eventi aperti al pubblico come, per esempio, presentazioni di libri nella sala da Ballo.

Io tornerò a visitarla e voi?

Annunci