Si è parlato di donne alla BiblioteCanova dell’Isolotto, breve resoconto di Daniela Domenici

IMG_2646 

Ancora una volta le dirigenti della mia biblioteca preferita, che è quasi diventata la mia seconda casa da quando nel giugno 2012 ho presentato il primo libro, si sono dimostrate attente e aperte alle sollecitazioni che fornisco loro e in occasione della festa della festa mi hanno dato lo spazio e il tempo per presentare “Tante donne”, l’opera più recente di Vittoria De Marco Veneziano, amica che è venuta da Siracusa per raccontarci con competenza ma, soprattutto, con infinita passione, le “sue donne.

Anche la location scelta è stata ad hoc perché l’emeroteca della biblioteca ha non solo una struttura di divani circolari per favorire la conversazione ma anche una parete a vetri che divide ma non separa dal resto della struttura.

Le donne intervenute sono state attente e partecipi e si è creata una corrente di empatia come raramente accade grazie soprattutto alla bravura dell’autrice come affabulatrice ma anche per l’arricchimento dato dalla lettura di due brani, tratti dal libro, da parte di due gentili signore.

Ho introdotto la serata parlando anche dei due libri precedenti di Vittoria De Marco Veneziano che sono disponibili per il prestito in biblioteca e sto progettando di “presentarla” nella sua, e mia, Sicilia la prossima estate in un “incontro con l’autrice” da organizzare insieme.