Il passato remoto, di Daniela Domenici

passato-prossimo-e-remoto-5-638

Il passato remoto è, forse, il tempo più irregolare
dell’indicativo che a memoria si deve imparare:
perché “crescere” diventa “crebbi”
e “bere” “bevvi”
mentre invece “leggere” diventa “lessi”
e “cuocere” “cossi”?
eppure sono tutti verbi della seconda coniugazione
dovrebbero andare nella medesima…direzione!!!
Se remoto e dolente è il passato
non andrebbe mai…ripescato
perché potrebbe sì far gioire
ma anche, talvolta, soffrire!