aspetto un ritorno, di Loredana De Vita

16708633_1240903422689634_2736003177015851043_n

-Ciao! Sei ancora lì?
-Sì, aspetto.
-Aspetti? Che cosa aspetti a quest’ora e nel silenzio oscuro della città che si addormenta?
-Aspetto un ritorno.
-Chi deve tornare? Un amico, un parente, la tua ragazza?
-No, aspetto solo un ritorno.
-Un ritorno!
-Sì. Un ritorno.
Mi guardo attorno incerto se aspettare anch’io. Osservo l’angolo di strada, ogni finestra chiusa e ogni portone serrato, ma non so cosa guardare e che cosa cercare. Che cosa è mai un ritorno?
-Un ritorno? Che significa? Chi aspetti? O forse dovrei dire che cosa aspetti?
-Un ritorno è il soffio del vento tra i miei capelli, il barattolo di latta che saltella lungo la discesa, il miagolio del gatto in amore, la luce delle stelle che squarcia il nero cielo, o un raggio di luna che sorride a quel barbone che dorme laggiù avvolto nei suoi giornali. Io li aspetto, sono un ritorno. Aspetto il sorriso sulle tue labbra, la carezza del ricordo di mia madre, il sogno di un bambino che gioca in fondo al mare, il passo inquietante dell’oscura morte… Io aspetto un ritorno, nel cuore che pulsa nelle orecchie stanche di questa città, nel profumo gentile del pane appena cotto, nell’odore acre di disinfettante che bagna questa strada impolverata e sola. Io li aspetto, aspetto il barlume improvviso del sole che si sveglia, la pioggia a catinelle che goccia dopo goccia segna il tetto di ogni macchina abbandonata nella notte. Aspetto il ritorno, il loro ritorno, il respiro di ogni vita che si risveglia, la lacrima di ogni donna tormentata, lo sguardo di ogni uomo soddisfatto del potere esercitato… li aspetto e sorrido o piango o accolgo o respingo o abbraccio o denuncio… aspetto vigile il ritorno di ogni segno e cerco per ciascuno una risposta e un senso. Aspetto un ritorno, la vita che si rinnova e aspetto…
Mi siedo, incapace di andare via. Lo guardo, è stanco, ma non si muove e aspetta… un ritorno.
-Che fai? Perché ti siedi sul muretto accanto a me?
-Aspetto un ritorno. Anch’io aspetto con te un ritorno, anch”io aspetto e sorrido e piango e accolgo e abbraccio… anch’io ci sono e nella notte aspetto il tuo ritorno.

Annunci