Il tempo del carro armato, di Adele Libero

carro-armato

 

Giace stupito, serio, attenzionato,

non ha più fame di soldati morti,

accoglie i grembiulini dell’asilo,

racconta agli stranieri la sua storia.

 

Ma a un certo punto ha un groppo in gola,

e se qualcuno chiede come mai,

spuntano fiori dai suoi cingolati

che poi ignorano chi li aveva armati.

Advertisements