accadde…oggi: nel 1568 nasce Renea Burlamacchi

Renea Burlamacchi (Montargis, 25 marzo 1568Ginevra, 11 settembre 1641) è stata una scrittrice italiana.

Prima figlia di Chiara Calandrini e di Michele Burlamacchi, commerciante lucchese protestante emigrato in Francia, nacque a Montargis, dove i genitori si rifugiarono durante le guerre di religione sotto la protezione dell’ugonotta Renata di Francia, che le fece da madrina e in onore della quale i genitori scelsero il nome della bambina, Renea o Renée.

Renea seguì, con il fratello Filippo e le sorelle Susanna e Maddalena, le peregrinazioni dei genitori, perennemente in fuga dalle minacce che le continue guerre portavano alla loro vita. A Parigi, nel 1572, sfuggirono alla terribile notte di San Bartolomeo, e si rifugiarono a Sedan. Nel 1585 trovarono finalmente sicurezza nella calvinista Ginevra, dove il 29 maggio 1586 Renea sposò il banchiere Cesare Balbani, lucchese emigrato, nipote del pastore calvinista Niccolò Balbani, ed ebbe dieci figli, che però morirono tutti in tenera età.

Cesare Balbani morì il 26 aprile del 1621, e Renea sposò il 24 aprile 1623 l’anziano poeta francese emigrato a Ginevra Théodore Agrippa d’Aubigné. In quello stesso anno portò a termine la drammatica biografia del padre e della sua famiglia di origine, la Descrittione della vita e morte del signor Michele Burlamacchi gentilhuomo lucchese. Il suo secondo marito morì nel 1630. Renea, che visse fino al 1641 e fu sepolta a Ginevra nel cimitero di Plain-Palais, accanto a Cesare Balbani, lasciò un epistolario familiare e una raccolta di poesie in francese.

https://it.wikipedia.org/wiki/Renea_Burlamacchi

Advertisements