Ore estive, di Adele Libero

 

Si disfa l’ora nel supermercato ,

dove la gente arriva quasi sciolta

(il caldo impazza e domina la scena,

nessuno dorme mai neppur di sera).

 

La musica è l’invito per gli acquisti,

la radio li martella prepotente,

il bimbo in carrozzina si fa un pianto,

mentre la mamma sceglie il detergente.

 

Alla cassiera sta mancando il fiato,

la coda si fa lunga, che destino!

lei sogna già l’orario dell’uscita,

mentre il sudore cola nel bustino.

 

Il cielo bianco gode, indifferente

di questa umanità così sbagliata,

che col progresso ha ucciso la natura

e se ne andrà, infelice, nel futuro.

Annunci