accadde…oggi: nel 1819 nasce Carlotta Grisi

Carlotta Grisi nasce in Istria in una famiglia di grandi cantanti. La ragazza pur avendo delle buone doti vocali, decide di dedicarsi allo studio della danza. A 7 anni entra a far parte della Scuola di ballo del Teatro alla Scala di Milano e a 10 anni viste le sue buone potenzialità entra a far parte anche del corpo di ballo. Il suo Maestro fu Carlo Blasis , il quale attraverso il suo insegnamento forgiò lo stile della danzatrice, anche se in seguito la stessa fu influenzata dallo stile del coreografo Jules Perrot.  Fu una delle ballerine più dotate dell’Ottocento, con una forte tecnica sulle punte.

Durante una tournée con la compagnia del Teatro alla Scala, la carriera della Grisi ebbe una grande svolta positiva, infatti a Napoli nel 1933 incontrò il coreografo e danzatore Jules Perrot che ne intuì immediatamente le doti e così divenne sia il suo maestro che il suo amante.

La Grisi danzò a Parigi nel 1836 e nel 1837, anche se fu apprezzata solo in seguito nel 1840 quando danzò insieme a Perrot le danze folkloristiche dell’opera Zingaro.

Nel 1841 ebbe la proposta di danzare con l’Opéra di Parigi, costringendo il teatro ad una clausola in cui doveva essere assunto anche Perrot. Da qui nacque il grande balletto dell’epoca romantica : Giselle.

Le coreografie di questo balletto vennero assegnate al maître de ballet  Jean Coralli, mentre per  il ruolo della protagonista le coreografie vennero affidate a Perrot. Théophile Gautier, autore del libretto del balletto, si innamorò di lei ma alla fine si decise a sposare la sorella.

Negli anni seguenti la Grisi creò i ruoli :

  • La ballerina ne La Jolie Fille de Gand di Albert (1842)
  • La Péri (memorabili il pas de l’abeille e il pas du songe) di Jean Coralli (1843)
  • La Esmeralda (1844)
  • Pas de Quatre (1845)
  • La Filleule des Fées (1849) tutti di Perrot
  • Le Diable à quatre (1845)
  • Paquita (1846)
  • Grisélidis (1848) tutti di Joseph Mazilier.

Carlotta debuttò anche a Londra nel 1836 e poi in seguito tornò tra il 1842 e il 1851.

Danzò anche a Vienna, Milano, Monaco e San Pietroburgo. Il suo ultimo balletto fu Les Metamorphoses.

Si ritirò dalle scene  nel 1854 e visse dal 1856 per 43 anni in una ricca pensione nella sontuosa villa Saint-Jean nei pressi di Ginevra dove finì i suoi giorni. Fu seppellita nel cimitero della Chatelaine di Ginevra.

http://www.risorsedanza.com/2012/06/carlotta-grisi.html

https://ilcalendariodelledonne.wordpress.com/2017/04/15/donne-italiane-nate-a-giugno/

https://it.wikipedia.org/wiki/Carlotta_Grisi

Annunci