Analfabeti d’amore, di Cristiana Gemignani, Pezzini editore, recensione di Daniela Domenici

Cinque anni fa ho incontrato per la prima volta l’autrice che mi ha fatto dono di questa sua opera che ho molto apprezzato e subito dopo recensito

https://danielaedintorni.com/2012/09/21/dalle-sette-alle-nove-di-cristiana-gemignani/

pochi giorni fa ci siamo riviste e…di nuovo dono!

Anche in questo suo libro più recente (ne sta scrivendo un altro, mi ha confidato) Gemignani, imprenditrice versiliese e scrittrice per passione, utilizza la sua straordinaria ironia per parlarci di uomini e lo fa sin dal sottotitolo che recita “uomini dalla A alla Z”.

Traggo dalla quarta di copertina che mi trova pienamente concorde “…una variegata vetrina di tipologie di uomini che ciascuna donna, almeno una volta nella vita, ha certamente incontrato. Ironico e pungente, un piccolo dizionario da tenere sempre a portata di borsa…divertente e dissacrante…”: l’unica lettera dell’alfabeto “vuota”, senza alcuna descrizione, è la B perché Benedetto è il marito perfetto e quindi…introvabile! Le altre lettere sono uno splendido, e assolutamente, campionario di uomini descritti con un’ironia dissacrante che fa sorridere e riflettere.

Ciliegina sulla torta: lo stile narrativo di Gemignani è variegato, fluido e molto ricco, una perla davvero rara nel panorama attuale di scrittrici e scrittori.

Brava Cristiana, aspetto la tua prossima opera, ad maiora!

Annunci