L’avaro, di Adele Libero

C’è un albero laggiù che anche a Natale
si veste con le foglie verdi e gialle,
è come un padre e non vuol far del male
agli uccellini, ai merli e alle farfalle.

Ma in questo mondo in cui c’è tanto male.
ci son gli avari che han curve le spalle
ed hanno il senno gretto d’animale
che lesina anche il fieno nelle stalle.

Questa, secondo me, è taccagneria
il non voler donar neanche un quattrino,
l’essere schiavi di spilorceria.

Che questi resti ignudo, qual pulcino,
che possa lui crepare in carestia,
che il Cielo gli riservi un mal destino !

 

Annunci