Per non dimenticare, di Nuccia Isgrò

Un cappotto abbandonato,
scarpe scalciate,
sedie rovesciate,
la porta scardinata, a terra…
Quale tempesta ti ha travolto
Che tornado ti ha risucchiato
per allontanarti da ciò che ami?

Non sono fuggito,
l’odio mi ha rapito.
Mi ha strappato dalla mia casa,
dalle sicure braccia della famiglia
per gettarmi nel dolore più profondo,
nella fame, nella disperazione.
Non conosco la mia colpa,
appartengo alla razza umana,
ma loro non lo sanno.
Morirò per questa ignoranza.

Annunci