Annunci

Archivio categoria: Nuccia Isgrò

libertà, di Nuccia Isgrò

E’ azione, pensiero, emozione, letture e scritture, visione e immaginazione,… E’ reale. appagante, lussureggiante, E’ pianto, carezza, passione, E’ il credo, politica e anarchia. Solo quando non t’appartine ne comprendi il valore. E’… Continua a leggere

Vota:

Il barone Tallone, fiaba di Nuccia Isgrò, recensione di Daniela Domenici

Ho avuto la gioia di leggere questa breve fiaba di Nuccia Isgrò, docente e scrittrice milazzese, deliziosamente illustrata da Cristina Sottile e sento il desiderio di parlarvene. In primis come nonna e autrice… Continua a leggere

Vota:

Voglio mia suocera (ma chi me lo doveva dire!) …e altre storie, di Nuccia Isgrò, recensione di Daniela Domenici

Mi è stato fatto dono di questa raccolta di racconti della docente e scrittrice siciliana Nuccia Isgrò della quale ho già recensito, nel passato, altre opere, tutte caratterizzate da una straordinaria ironia, elemento… Continua a leggere

Vota:

LA MENZOGNA…LA VERITA’: LE DUE FACCE DELLA MIA VITA, di Nuccia Isgrò

Osservo dall’ alto il mio corpo, sembro una bambola abbandonata. I vestiti strappati, le gambe scomposte, il vestito sollevato, le braccia che stringono il ventre scoperto. Il mio volto pur essendo tumefatto è… Continua a leggere

Vota:

alle donne…di Nuccia Isgrò

Alle spose bambine che dell’amore nulla sanno, vivono nel timore di uomini che della tenerezza hanno perso la strada. … Alle figlie maltrattate che nelle famiglie non conoscono amore, ma solo abusi perpetrati… Continua a leggere

Vota:

Per non dimenticare, di Nuccia Isgrò

Un cappotto abbandonato, scarpe scalciate, sedie rovesciate,… la porta scardinata, a terra… Quale tempesta ti ha travolto Che tornado ti ha risucchiato per allontanarti da ciò che ami? Non sono fuggito, l’odio mi… Continua a leggere

Vota:

avresti dovuto…di Nuccia Isgrò

Non basta un giorno di memoria per capire, non basta leggere un libro per comprendere,… non basta un film per cogliere l’orrore.Avresti dovuto vedere gli occhi sbarrati dal dolore, la paura che viveva… Continua a leggere

Vota: