A Giulia, in rima baciata, di Chiara Germak

Quindici anni ormai sono trascorsi…

…quante domande e quanti discorsi;

“un’infanzia felice”, mi confidasti un giorno,

e da quelle parole non vorrei far ritorno.

Un tempo domandavi con occhi imploranti

che ora lascian il posto ad affanni e incanti.

Gioisci, stella mia! La vita ti aspetta tra sfide, amori

E nostalgie a colori,

non dubitare mai un istante:

sei fatta per l’infinito, lo so, è disarmante.

Ad ogni tuo desiderio non rinunciare

e alla paura non abboccare

La paura ruba il tempo all’ardor dell’agire

ma forse non lo puoi ancor capire.

Nulla ti fermi dal seguir le tue mete,

che tu possa incontrare mille stelle comete!

Annunci