L’evoluzione arranca, al Politeama Genovese, recensione di Daniela Domenici

Ieri sera al teatro Politeama Genovese si è tenuta una lezione, una dissertazione, una prolusione di geologia, di ecologia, di evoluzione da parte di un geologo affabulatore e di un attore comico. In genere questo tipo di cose si tiene in luoghi deputati più appropriati, ad hoc, in biblioteche, in librerie, in aule universitarie, non sul palcoscenico di uno dei teatri più belli, più grandi e con un curriculum di tutto rispetto come il Politeama che ha ospitato, e continua a farlo, compagnie di musical, di danza, di prosa, musicisti/e, insomma artisti e artiste che ci regalano la propria arte.

Purtroppo ieri sera Marco Tozzi e Giobbe Covatta sono andati a ruota libera, sforando anche di tanto il tempo previsto scritto all’ingresso,  dimostrando così poco rispetto per le persone presenti, alternandosi a raccontarci l’evoluzione a modo loro, Tozzi con la sua preparazione da geologo e con la sua nota capacità, anche televisiva, mi dicono, di affabulatore ma parlando a un ritmo così veloce che spesso si perdevano le parole, Covatta usando con frequenza un interloquire molto poco consono alle tavole di un teatro per strappare risate aiutandosi anche con disegni alla lavagna. Dispiace perché conoscevo la simpatia e la vis comica di questo attore che, purtroppo, non ho ritrovato ieri sera.

Ringrazio il Politeama Genovese che continua ad accreditarmi agli spettacoli del suo splendido cartellone come recensora e archivio questo ibrido di ieri sera in attesa di applaudire e recensire i prossimi.

http://www.italianotizie.it/2018/03/21/levoluzione-arranca-al-politeama-genovese/

 

Annunci