accadde…oggi: nel 1916 nasce Ines Negri

https://it.wikipedia.org/wiki/Ines_Negri

Ines Negri (Savona, 8 ottobre 1916Savona, 19 agosto 1944) è stata una partigiana italiana.

Dopo l’8 settembre 1943, Ines Negri entra nei Gruppi di difesa della donna come staffetta partigiana.[1]

Nell’estate 1944 la provincia di Savona passò sotto il controllo della 3ª Divisione fanteria di marina “San Marco”, addestrata in Germania e dotata di armi della Wehrmacht. Sapendo che parecchi dei militari della “San Marco” si erano arruolati per evitare la prigionia in Germania, le organizzazioni femminili della Resistenza iniziano a lavorare per favorirne le diserzioni.[1]

Ines Negri fu arrestata il 16 agosto del 1944, ad Albisola Mare, nei pressi di Villa Faragiana, mentre accompagnava in montagna i militari. Dopo tre giorni di torture fu condannata a morte “per aver incitato alla diserzione diversi soldati della Divisione San Marco” e subito fucilata. Identica sorte toccò la settimana successiva a Clelia Corradini.[1]

In conseguenza della sua morte, le donne savonesi annunciarono tramite il bollettino “Noi Donne” che da quel momento sarebbero entrate nelle formazioni partigiane per partecipare direttamente ai combattimenti. [1]

Una strada di Albissola Marina, così come una scuola, portano il nome di Ines Negri.

Annunci