accadde…oggi: nel 1849 nasce Virginia Zucchi, di Mariafrancesca Carnevale

http://www.aletes.it/virginia-zucchi/

Virginia Zucchi (Parma, 10 Febbraio 1849 – Nizza, 12 Ottobre 1930) è stata una famosa ballerina italiana, meglio conosciuta come  “la Divina Virginia“.

Nata a Parma nel 1849, Virginia Zucchi studia a Milano sotto la rigida direzione del maestro di ballo e coreografo Carlo Blasis. Il suo debutto avviene nel 1864 a Varese all’età di quindici anni, ottenendo un buon successo grazie alle sue eccezionali capacità tecniche.  Soltanto molti anni dopo, nel 1874, si esibisce alla Scala di Milano.

Su consiglio di Paolo Taglioni (fratello della famosa ballerina Maria Taglioni) Virginia Zucchi si trasferisce a Berlino, dove esordisce nella coreografia predisposta per lei dallo stesso Taglioni ” La Fille Mal Gardée” : il successo è immediato.

La sua popolarità, il suo talento, il suo straordinario virtuosismo e la sua forza espressiva e mimica, arrivano ben presto fino in Russia, dove a San Pietroburgo si esibisce nel 1885 durante i mesi estivi, conquistando la platea del teatro Kin Grust: lo zar Alessandro III la ingaggia per danzare nella compagnia di balletto del Teatro Imperiale Mariinskij, dove rimane fino al 1888.

I balletti che la rendono famosa, amata ed apprezzata, tanto da meritare l’appellativo di “la Divina Virginia” portano la firma del grande coreografo Marius Petipa: “La Figlia del Faraone” , “La Fille Mal Gardée” e “La Esmeralda“.

A Virginia Zucchi si deve la creazione del tutù corto, rifiutandosi di ballare con il classico tutù romantico, ritenuto troppo lungo.

Dopo l’esperienza sovietica ritorna in Europa dove continua ad esibirsi in tutte le maggiori capitali fino al 1900, anno del suo definitivo ritiro dalle scene.

Successivamente si trasferisce a Montecarlo dove apre una scuola di danza.

Virginia Zucchi o meglio “la Divina Virginia” muore a Nizza nel 1930, all’età di circa ottanta anni

Annunci