Pasqua – con i miei migliori auguri, di Adele Libero

Al cospetto della Sua croce,
i chiodi fin dentro la carne,
in quella incolpevole morte,
apparenza e sostanza.

Mi soffoca questo Mistero,
è troppo arduo da raccontare,
la mente è stretta per capire,
sciolta nella preghiera.

Cammino nelle processioni,
lamenti accompagnano il Cristo
le donne nei veli marrone,
piedi nudi sui sassi.

S’emenda il Peccato stasera,
con questi frammenti mortali,
vorrei saziarmi di quel pane
ma non ho quelle ali.

 

Annunci