la valigia-cartella dei ricordi, riflessione di Daniela Domenici

…mi ha colpito casualmente una coincidenza e ha provocato in me una riflessione concentrica come i cerchi nell’acqua quando viene lanciato un sassolino…

Il grande giornalista Indro Montanelli è nato il 22, è morto il 22 e ha usato, per buona parte della sua vita, per scrivere i suoi inimitabili reportages, la celebre Lettera 22, la macchina da scrivere…il 22 è stato per lui, in modo assolutamente casuale, un numero ricorrente…

Anche io ho un numero ricorrente nella mia vita che non vi dirò perché coincide, purtroppo, solo con eventi non fausti e questa coincidenza mi ha portato poi a divagare e a creare una sorta di “parallelismo” tra la mia valigia dei ricordi e il mondo del web in cui, ormai, sono ben presente perché mi permette di esprimere la mia energia mentale creativa…

Ho immaginato che la mia valigia dei ricordi somigli a una cartella sul desktop, se clikkiamo si apre la cartella e ci sono i files che la compongono così come se apro la mia mente emergono nitidamente tutti i ricordi; quando clikkiamo su quella cartella si apre un menù a finestra in cui scegliere quello che più ci aggrada, se clikko sul ricordo che ho scelto posso decidere se riviverne i colori, gli odori, le immagini, la musica, i luoghi…

Per non perdere i dati della cartella li salviamo spesso su una pen drive o su altro supporto informatico, per non perdere i ricordi li rivivo con un film alla moviola, momento per momento, voce per voce, all’infinito e così facendo li memorizzo sempre di più in quel particolare file del menù a finestra della mia valigia dei ricordi…