anni duemila, di Adele Libero

Sei nata adesso sopra questa nave,
mamma migrante già ti culla in seno,
gabbiani intorno e un ponte tutto sole,
l’acqua da bere scarsa anche nel mare.

Di questo mondo sei contraddizione,
paura del nemico, opposizione,
da un secolo di guerre ormai passato,
siamo alle lotte tra genti dannate.

Anni duemila, torri e le paure,
il clima pazzo, gli animi turbati,
dov’è la forza a stare tutti stretti,
dov’è il futuro oltre questi flutti?