coerenza delle parole, coerenza della vita, di Loredana De Vita

Consistency of Words, Consistency in Life

Dovremmo essere coerenti quando usiamo parole sia scritte che parlate. Dovremmo essere coerenti nel non tradire il significato che stiamo esprimendo, ma anche nel non tradire l’essenza del nostro essere. Non è un compito facile, anzi.

Sfido chiunque a dire che a volte ciò che diciamo è un po’ diverso da quello che vorremmo davvero fare in un preciso momento. Un esempio per tutti, proclamo la mia nonviolenza, tuttavia, non posso negare che a volte le mie parole non siano state così gentili e la rabbia mi sia balzata in mente in modo che tutto potesse accadere in quella particolare circostanza. Ma non è successo.

Non è successo nulla perché c’è un secondo livello di coscienza, il più profondo, che mi ha imposto di essere calma e tranquilla e di ripristinare il potere innocente della mia non violenza come strumento per contrastare il male che avevo ricevuto.

Questo è il punto, di fatto. Quanto è profonda la coscienza e la consapevolezza delle nostre scelte? Quanto sono forti e assertivi i motivi delle nostre azioni e reazioni? Quanto è coerente la nostra dichiarazione di nonviolenza?

Le risposte a queste domande variano a seconda della persona che risponde, ovviamente; tuttavia potrebbe esserci qualcosa in comune tra le diverse risposte ed è lo scopo del nostro sforzo di essere costantemente nonviolenti.

Perché cerchiamo la non violenza? È forse la tendenza attuale? Se questa è la risposta, non abbiamo l’opportunità di condurre alla fine il nostro corso, perché la non violenza non è un gioco, ma il lavoro costante e attento su noi stessi per primi al fine di coinvolgere gli altri nel fare lo stesso.

È prevedibile che dovremmo avere reazioni deboli e fragili a volte, siamo esseri umani e la rabbia e la paura fanno parte del nostro bagaglio emotivo. Tuttavia, esiste un limite alla nostra debolezza e fragilità ed è nel legame con le persone e la vita che deve diventare un punto eterno di coerenza della nostra scelta per la costruzione di un mondo non violento.

Ciò di cui abbiamo veramente bisogno è condividere e rafforzare la nostra coerenza nelle parole insieme alla nostra coerenza nella vita.