la fuitina sbagliata, regia di Mimmo Esposito, recensione di Daniela Domenici

In questi giorni di forzata clausura da virus, con le scuole e i teatri ancora chiuse/i qui a Genova, ho pensato di ottimizzare il mio tempo, oltre che leggendo e recensendo libri e books come faccio da anni quasi quotidianamente, guardando film su Amazon Prime Video e diventando quindi cine-recensora per quelli che incontrano il mio gusto.

Dopo “Confusi e Felici”, “Diverso da chi”, “Ma che bella sorpresa”, “Sotto una buona stella” e “Scusate se esisto” vi voglio parlare di “La fuitina sbagliata”, un film del 2018 per la regia di Mimmo Esposito; la sceneggiatura è di Marco Alessi e di Claudio Casisa che è anche uno dei due straordinari protagonisti insieme ad Anna Vitrano; insieme formano il duo “I soldi spicci”.

Incipit: in primis, sono nata a Palermo ma non la conosco bene perché ne sono venuta via all’età di cinque anni ma poi sono tornata in Sicilia per viverci altri 30 anni (in provincia di Siracusa); in secundis ammetto che prima di vedere questo film non conoscevo Anna e Claudio e quindi ero una tabula rasa (oggi ho deciso di infarcire questa mia recensione con il mio amato latino…) e ho sorriso (tanto) e riso (altrettanto) alle loro disavventure cannolo-amorose; voglio tributare tanti applausi e complimenti virtuali ad Anna e Claudio, sono davvero superlativi nella loro comicità profondamente sicula che fa vibrare le corde di una delle mie tre anime (le altre due sono quella toscana e quella genovese…). Fantastica la serenata con i congiuntivi mancanti ma anche tante altre a cui contribuiscono con la loro bravura Barbara Tabita e David Coco nel ruolo dei genitori di Anna e Stefania Blandeburgo e Paride Benassai in quello dei genitori di Claudio. Bravo anche Luca Lombardi nel ruolo di Francois e Giovanna Criscuolo in quello della “curtigghiara” del paese via cellulare. Deliziosa e originale la parte finale con i piccoli scout che fanno il tifo per Claudio contro Francois…

Anna e Claudio, spero di potervi applaudire dal vivo a teatro…quando riapriranno, siete stati una vera scoperta, grazie per i tanti sorrisi che avete regalato a questa sicula in terra zeneise !!!