Storia fosca, di Luigi Capuana, per la rassegna Palcoscenico Catania, in streaming, recensione di Daniela Domenici

Nell’ambito della bella iniziativa del Comune di Catania “Palcoscenico Catania”

https://www.comune.catania.it/informazioni/cstampa/?cs=78284

ho avuto il piacere di vedere e ascoltare, in streaming, “Storia fosca”, spettacolo che la regista Gisella Calì ha tratto dal libro di Luigi Capuana. L’ambientazione è un altro dei luoghi magici della città etnea, il Palazzo della Cultura, in cui hanno interpretato la storia gli attori e le attrici della compagnia FiatLux2.0.

L’interprete principale, che ho “ritrovato” dopo tanti anni, seppure a distanza e in streaming, è uno straordinario Emanuele Puglia che ha dato vita al barone Russo Scaro; complimenti di vero cuore, la classe attoriale è sempre la stessa di quando ero recensora teatrale a Catania.

Accanto a lui un perfetto Cosimo Coltraro nelle vesti del fidato Giuseppe che svelerà al barone una triste verità. La giovane baronessa Cecilia è interpretata da due donne, Gisella Calì che dà voce e corpo a una Cecilia anziana e ormai spenta e Martina Guglielmino che è Cecilia da giovane e che ci regala una bellissima scena di danza nel cortile del Palazzo. Il figlio maggiore, Giorgio, è ben interpretato da Daniele Caruso.

Splendidi, come sempre, i costumi di Rosy Bellomia e ottima la colonna sonora, soprattutto quella che fa da sottofondo alla scena di danza di Martina Gugliemino.