Ki? silloge poetica di Mariele Rosina, recensione di Daniela Domenici

il carattere giapponese Ki esprime la forza vitale ma anche ciò che è etereo come il vapore che si alza da una pentola di riso. E’ movimento, trasformazione della materia in energia nutriente. In ambito filosofico è l’essenza individuale, l’anima, la coscienza e perché non la poesia?”: la scrittrice e poeta Mariele Rosina così ci descrive il titolo che ha dato a questa sua splendida silloge composta da più di quaranta liriche suddivise nei capitoli

  • pensieri ed emozioni
  • chi?
  • a chi non è più
  • ecologica-mente

sono poesie che emozionano e stupiscono sia per la profondità e la varietà dei sentimenti che esprimono che, dal punto di vista stilistico, perché sono intrise di sinestesie, ossimori, anafore e di tante altre forme poetiche che le rendono davvero magiche.

Vorrei estrapolarne tante per darvi un’idea della bravura dell’autrice ma mi limito alla prima che definisce cosa sia la poesia

La poesia è inafferrabile

a volte è un vento impetuoso

a volte una brezza leggera:

non la si può cercare

 

a volte ci raggiunge

se ci mettiamo in ascolto

 

è l’incognita

con il limite tendente all’infinito

ma è la parte più vera di noi