Se mi vuoi bene, film del 2019, Amazon Prime, recensione di Daniela Domenicidel

Uno dei film più belli, emozionanti, commoventi e divertenti che abbia mai visto; il soggetto e la regia sono di Fausto Brizzi che è autore anche della sceneggiatura insieme a Herbert Simone Paragnani, Mauro Uzzeo e Martino Coli e il cast è stellare e tutti/e i/le co-protagonisti/e sono semplicemente superbi nella loro interpretazione.

Inizio a tributare i miei più calorosi complimenti al Protagonista con la P maiuscola, un Claudio Bisio che dimostra ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, la sua grande classe attoriale nei ruoli drammatici, non solo in quelli comici: grazie di vero cuore per le emozioni che mi ha regalato il suo Diego!

E poi un superlativo Sergio Rubini che interpreta di Massimiliano, una persona che dopo un lutto decide di aprire e gestire un locale, “Le chiacchiere” insieme a Edoardo, un Flavio Insinna nel ruolo dell’attore che non sfonda, bravissimo! E poi formidabili Valeria Fabrizi nel ruolo della madre di Diego, Lucia Ocone in quello dell’amica Loredana, Lorena Cacciatore nel ruolo della figlia e Maria Amelia Monti in quello della ex moglie. Bravi anche Gianmarco Tognazzi nel ruolo del fratello di Diego e Memo Remigi in quello del padre. Deliziosi Susy Laude e Dino Abbrescia nel ruolo di una coppia di amici un po’ problematica, brava anche Elena Santarelli in quello dell’amica Daniela e Cochi Ponzoni nel ruolo di un campione di tennis del passato. Guest star Luca Carboni che interpreta se stesso.