what in a name? di Loredana De Vita

https://writingistestifying.com/2022/03/19/what-in-a-name-3/

I nomi restano nella memoria.
Non si può dimenticare il nome di chi hai amato né quello di chi nell’odio ha disseccato e inaridito il suo rapporto con te.
Ci sono nomi, però, che ami nominare ad alta voce o con tenerezza nel profondo del tuo cuore; altri, invece, che preferisci non citare poiché il loro solo esistere nel tuo pensiero fende cicatrici mai curate né mai guarite.
Dovremmo aver cura del nostro nome, fare in modo che sia sempre legato a un ricordo che si faccia memoria d’amore e non di disprezzo e solitudine.
Dovremmo aver cura che il suono del nostro nome, il primo richiamo a chi siamo stati, sia un suono armonioso e vero, compassionevole e buono.
Dovremmo aver cura che il nostro nome non tradisca il sogno e la memoria, ma ne coltivi la passione e il coraggio.
Un nome non è solo un fragile e mutevole appellativo, ma una vita che narra e ascolta.
Un nome è composto da lettere sacre il cui suono ha la responsabilità della memoria e della speranza.
È necessario dare consapevolezza e dignità al proprio nome affinché sia per sempre il richiamo gentile a una vita che ama.