Archivio tag: famiglia

Memorie d’estate di Adele Libero

Quando a fine agosto passeggiamo lungo la battigia, un po’ ci si stringe il cuore. Ripensiamo a quei due mesi estivi, trascorsi tra risate, un po’ di noia e tanto sole. Al tramonto,… Continua a leggere

Vota:

Sola di Adele Libero

L’anima incisa da profondi graffi, negli occhi l’ombra di vita da sola, ma dentro la serena convinzione d’esser in debito di cento promesse. … Ami sognare e raccontar destini, ami parlar di te… Continua a leggere

Vota:

…e anche Enza Doria ha voluto scrivere la sua filastrocca con la desinenza -iglia

Enza Doria: Guarda che mi piglia, ho rotto una bottiglia mi sono impigliata in un briglia sono caduta nella poltiglia, ho preso un pastiglia sono uscita con mia figlia, ma che meraviglia!…… __________________… Continua a leggere

Vota:

Auguri di buon compleanno da Lady P

auguri a un’amica carissima e strana di questa esistenza stupenda gitana si scosta da tutti i modelli del mondo e ci nuota dentro godendosi il fondo curiosa di tutta la vita che scorre… Continua a leggere

Vota:

A mio padre di Adele Libero

Apro la mente al ricordo di te, padre affettuoso, ricco di vero, attento insegnante e modello, lavoro e famiglia il tuo mondo. …. Tu, generazione di quella guerra, che per prima, sconvolse proprio… Continua a leggere

Vota:

Cinquantaquattro cuori di Adele Libero

Che questa mia penna diventi un’arma, è  banale. Di fronte ad un evento importante, anzi fatale. Cinquantaquattro cuori, tutti a fondo, cinquantaquattro anime, fuori del mondo. Quando speranza si è rovesciata, quando la… Continua a leggere

Vota:

“Vite sospese” di Adele Libero

 Freddo indicibile, buio pesto, secondo molti, ancora non ho testa. Da embrione, lo so, dovrei esser materia, e basta. Invece ho scintilla, di vita, chiusa, isolata, soffocata. Da anni non esisto, crioconservato in… Continua a leggere

Vota:

“Donna e lavoro – Crisi n°3” di Adele Libero

Raccontami donna, di quando filavi e zitta subivi, le angherie maschili. Raccontami donna, di tempi migliori, col camice blu in fabbrica andavi, uno stipendio ricevevi scalando la vita. E poi finalmente, istruita e… Continua a leggere

Vota:

“Crisi”, amara riflessione di Adele Libero in forma di filastrocca

E stamattina anche il SUV è andato, era l’ultimo segno di ricchezza. La barca, per sfortuna, era affittata, la villa al mare è stata ipotecata. I miei operai non sono più in cassa,… Continua a leggere

Vota: