La memorabile vita d’Amerigo al teatro Le Spiagge di Firenze

la memorabile vita d'amerigo da vladbad.

Ieri era il giorno in cui si celebra la festa della Toscana e quale miglior data per mettere ancora in scena, dopo tante fortunate repliche, questo spettacolo dedicato a uno dei fiorentini più celebri, Amerigo Vespucci: “La memorabile vita d’Amerigo – Viaggio d’un carro di comici alla ricerca del gran navigatore” al teatro Le Spiagge, scritto e diretto da Nicola Zavagli, con i colorati costumi di Cristian Garbo, la bellissima scenografia e le luci di Nicolò Ghio e interpretato dagli straordinari Beatrice Visibelli, Marco Natalucci e Chiara Riondino che è anche autrice delle musiche che suona dal vivo in scena con la sua inseparabile chitarra.

Su un carro che ricorda la commedia dell’arte due spiriti allegri, Beatrice Visibelli e Marco Natalucci, e una musicista, Chiara Riondino, ci narrano e danno così vita alla leggendaria figura di Amerigo Vespucci con uno stile buffo e grottesco come se fosse un’antica leggenda popolare, una rappresentazione profana, per raccontare Amerigo, la Firenze del suo tempo, la sua famiglia e i suoi fratelli che migrarono lontano in cerca di un diverso destino chi inseguendo una vocazione, chi un’inquietudine, chi fama e onore; come Amerigo che partirà verso quell’America a cui, per caso o per errore, diede il suo nome.

Un racconto che si mescola e s’intreccia perfettamente con la musica eseguita dal vivo e con le immagini della pittura fiorentina del tempo, dal Ghirlandaio al Botticelli, per indagare, con sorridente  leggerezza, l’enigma di una personalità controversa e modernissima quale è quella di Amerigo Vespucci.

Il teatro Le Spiagge, anche quest’anno, ci regala un cartellone denso e molto particolare com’è nel suo stile di luogo culturale attento alle tematiche più varie, più attuali e più vicine alla gente: cercherò di essere, come critico teatrale, una delle loro “voci”.