Viaggio di Adele Libero

traifiori

Aggrappata a quella briciola,

piccola emozione di me,

rubata allo spazio,

attaccata al respiro.

Raggiungo l’impossibile,

indescrivibile palpito,

confine di ogni nuvola,

frammento d’amore.

La forza  travalica,

il seno quasi soffoca,

particolare credibile

del vento del sentire.

E poi ti tocco,  vicino,

anche quando sei via

e ti getti tra i fiori

per regalarmene uno solo.

E poi mi parli, confuso,

quando apri le stelle

e le conti tutte

per farne splendere una sola.

Allora cedo a quest’amore,

viaggio  al confine di Dio,

dove tra i raggi di sole

mi saprò riscaldare

mettendo tutto il mondo

tra le tue braccia.