I teatri fiorentini e la sottoscritta…di Daniela Domenici

critico teatrale

Un altro teatro si è appena aggiunto alla lista, fortunatamente esigua, di quelli che non mi concedono gli accrediti, sono davvero pochi, li elenco:
– Teatro Verdi
– Teatro Dante di Campi Bisenzio
– Teatro Cestello
– Teatro Puccini
– E, poco fa, Teatro La Limonaia di Sesto Fiorentino
Invece vorrei ringraziare di vero cuore tutti gli altri teatri e contenitori culturali, piccoli e grandi, che hanno capito quanto sia fondamentale per il lancio e decollo di uno spettacolo la presenza di un critico come la sottoscritta che
– va davvero agli spettacoli invece di recensirli senza vederli,
– scrive le sue recensioni per pura ed esclusiva passione e GRATUITAMENTE da sempre dato che di professione è docente,
– le scrive e le pubblica all’alba della mattina dopo con un tempismo ineguagliato,
– le pubblica online nel suo sito dove hanno una risonanza planetaria rispetto al cartaceo,
– pare che sappia scrivere in italiano…perché oltre alla laurea è anche, da più di dieci anni, correttrice di bozze ed editor,
– è presente nei grandi teatri ma va in cerca, soprattutto, di quelli cosiddetti minori, di nicchia, di periferia, di piccole dimensioni…
Concludo dicendo che sta bollendo in pentola un progetto che mi riguarda, se andrà in porto i direttori artistici e gli addetti stampa dei suddetti cinque teatri si mangeranno le mani per non avermi accolto nei loro teatri.