Ragnheiður Jónsdóttir, la prima donna sulle banconote islandesi, da me tradotto e rielaborato

ragnheidur-jonsdottir 

Ragnheiður Jónsdóttir, nata nel 1646 e morta nel 1715, è stata una sarta islandese e la moglie di due vescovi.

Era una dei dodici figli del reverendo Jón Arason di Vatnsfjörður e di sua moglie Hólmfríður Sigurðardóttir. Fu una sarta attiva, le fu insegnata presto questa professione.

Ragnheiður divenne la moglie di due consecutivi vescovi luterani nel mare Hólar, Gísli Þorláksson ed Einar Þorsteinsson.

Ragnheiður era considerata una delle donne maritabili più belle del suo tempo.

Ragnheiður Jónsdóttir e suo marito, il vescovo Þórláksson, chiesero a uno degli artigiani più rinomati in Islanda nel 17esimo secolo di costruire la chiesa a Gröf sulla penisola Skagi, a quel tempo il santuario per le vedove dei vescovi.

La costruzione, tra i più piccoli luoghi di culto in Islanda, è collocata subito a sud di Hofsós.

Ragnheiður è probabilmente meglio conosciuta per essere tata posta sul davanti della banconota islandese da 5000 Krónur nel 1986. È la prima donna messa su una banconota islandese.

Da una lato si vede lei, suo marito Gisli e le sue due precedenti mogli; dall’altro si vede Ragnheiður che insegna ricamo a due ragazze. Le iniziali del suo manuale sono sul lato.

http://www.icelandicroots.com/grafarkirkja-the-oratory-at-grof/

English Wikipedia