“Ciclisti” di Adele Libero

 ciclisti

 

Il casco arriva quasi sulla faccia,

s’inzuppano i capelli irti e corti,

la maglia porta i segni della lotta,

le scarpe son stampate sui pedali.

E corri e sudi, e sputi sulla strada,

il panorama t’interessa poco,

non vedi che il traguardo che t’aspetta
ed i compagni a fianco della vita.

E quando poi t’abbraccia la vittoria,

quando i tifosi intorno fan corona,
anche la pioggia sembra meno fredda.

Ma chi arriva indietro è più solo,

la testa vuota come la sconfitta,

fin quando “lei” non chiama ancora al volo.

NB “lei”, naturalmente è la bici !!